Satya - Smettere di auto sabotarsi

Ciao Yogi! Abbiamo cominciato questo 2021 guardando al 2020 appena concluso attraverso la lente di Santosha, considerando tutto ciò che è stato ed ha rappresentato per noi questo anno, tutte le sfide che abbiamo dovuto affrontare, ma anche tutto ciò che abbiamo imparato, su di noi e su chi ci sta attorno.

Con l’aiuto della scrittura abbiamo provato ad applicare l’accettazione consapevole con l'obbiettivo di trovare anche la capacità di essere grati e di imparare dai momenti difficili, come lo è stato questo 2020.

A questo link trovi i Journaling Prompts, blog post e video su Santosha in caso te lo fossi perso 😉


Ed oggi, per continuare a portare lo Yoga che facciamo sul tappetino, nella vita di tutti i giorni, ho pensato di guidarvi in una meditazione incentrata su Satya, la verità!



Satya, secondo Yama di Patanjali nei suoi Yoga Sutras, che significa dire il vero, essere sinceri, con sé stessi prima di qualunque altro, al contempo non dimenticandosi di rispettare Ahimsa, la non violenza.


Applicare Satya alla vita di tutti i giorni vuol dire smettere di raccontarsi bugie, storie non vere, su ciò che siamo capaci o non siamo capaci di fare minando la nostra autostima.
Vuol dire smettere di auto sabotarsi.

Nella meditazione di oggi, vorrei guidarvi alla scoperta di quelle che sono le storie che ci raccontiamo, le convinzioni non vere che conserviamo nella nostra mente che ci tengono ancorati al passato o ad un’idea “ristretta e limitata” di noi, per muoverci verso una versione più autentica, e libera dalle costrizioni, di noi stessi.


Tenete a portata di mano il vostro Journal per annotare eventuali spunti di riflessione o annotazioni che vi verranno in mente durante la meditazione.


Noi ci vediamo sul tappetino,


Fatemi sapere nei commenti com’è andata 🙏🏼


A.